Mela Rosa: la Regina dei Monti Sibillini è un concentrato di salute

Condividi su Facebook


Prodotti
Pubblicato il 09-04-2019 da Barbara Savodini
mela rosa monti sibillini
La mela rosa è un'antichissima varietà dei Monti Sibillini rilanciata dalla Comunità Montana di recente e considerata straordinaria in quanto ha conservato le caratteristiche del primordiale frutto selvatico.

Tabella dei contenuti


    La mela rosa è un'antichissima varietà coltivata da sempre nelle Marche, sui Monti Sibillini, solo di recente tornata in auge.

    Piccoline, bruttarelle, con un peduncolo microscopico: il “brutto anatroccolo” della vastissima famiglia delle mele, in realtà, è un'esplosione di sapore e profumo.

    Trovare questa specialità sui banchi dell'ortofrutta al supermercato è una vera fortuna: oltre ad essere squisita la mela dei Monti Sibillini è un autentico toccasana, scopriremo tra poco il perché.

    Mela Rosa: varietà e caratteristiche

    La mela rosa cresce tra i 450 e i 900 metri di altitudine, come accennato nelle valli appenniniche e in diverse zone della regione Marche.

    Tra le caratteristiche degne di nota di questa singolare mela c'è sicuramente una straordinaria serbevolezza: colta a ottobre può infatti durare fino ad aprile. Ecco spiegato il perché la troviamo tra la frutta di stagione dell'intero autunno.

    La migliore conservazione, peraltro, si ha non nelle celle frigorifere ma ponendo la mela all’esterno, in luogo ombreggiato, rivolto a nord e protetto dalla pioggia; se poi c’è la possibilità di avvolgere i frutti nella paglia, come una volta, si può godere di un’ ulteriore nota aromatica dovuta alla “simbiosi” dei due elementi.

    In tali condizioni la mela Rosa si conserva ottimamente fino a 6-8 mesi dalla raccolta.

    Ne esistono in commercio diverse varietà, tutte simili in termini di sapore, profumo e proprietà ma differenzi per quanto riguarda il colore.

    • Verdi con striature rosa o giallo, polpa soda e cronccante
    • Gialle con striature rosa o rosse in corrispondenza della parte che prende il sole durante la maturazione
    • Verdi con striature color vinaccia, consistenza soda e gustosa.

    Benché, come accennato, queste mele siano poco appariscenti tanto da non riuscire a competere con le più brillanti e accattivanti sorelle, e neppure con la piccolissima mela annurca, esse hanno una polpa acidula, un profumo intenso e aromatico e un notevole grado brix.

    La riscossa della mela dei Monti Sibillini

    mele monte sibillini cesto
    La perfetta conservazione della mela rosa è in una cesta, avvolta nella paglia, proprio come secondo le antiche usante dei Monti Sibillini 

    La coltivazione di questa mela, che come abbiamo detto era antichissima, era stata completamente abbandonata.

    Erano sopravvissuti pochissimi alberi, sparsi qua e là tra colline e campagne, ma la Comunità Montana dei Sibillini di recente ha reintrodotto sul territorio gli ecotipi conservati nei centri di ricerca locali dall’Assam Regione Marche dando nuova linfa a questo antico prodotto (Scopri al proposito tutte le antiche varietà ortofrutticole in via di estinzione)

    Grazie ad una ritrovata sensibilità verso i frutti dalle proprietà straordinarie e, in generale, l'ortofrutta salutare più che bella, ecco che le mele rosa sono tornate in auge.

    La mela rosa dei Monti Sibillini non va confusa con la melarosa o mela Thai o mela di Giava: un frutto esotico a forma di pera che somiglia a un peperone rosa con striature verdi.

    Città di produzione delle mele rosa

    • Comuni di Amandola
    • Comunanza
    • Force
    • Montedinove
    • Montefalcone Appennino
    • Montefortino
    • Montelparo
    • Montemonaco
    • Rotella
    • Santa Vittoria in Matenano
    • Smerillo (province di Fermo e di Ascoli Piceno).

    Origine del nome

    Sull'origine del nome della mela rosa esistono versioni diverse.

    Secondo alcuni, ed è la risposta più intuitiva, il nome deriva dal colore di una delle varietà di questa mela, caratterizzata da striature rosa.

    Una seconda versione attribuisce invece tale denominazione al profumo dei frutti che ricorda quello della rosa selvatica.

    Le proprietà della mela rosa

    Il perché questa mela sia considerata straordinaria è presto detto: essa ha conservato moltissime caratteristiche della primordiale mela selvatica conquistando, con i secoli, aspetti che ne hanno migliorato il gusto.

    Secondo le recenti ricerche, nella mela rosa si riscontra un’alta concentrazione di fitonutrienti e di antiossidanti, in quantità uniche rispetto a qualunque altro frutto della zona e dello stesso periodo.

    Anticamente, peraltro, la non comune capacità di questa mela di conservarsi ha offerto agli abitanti della zona la disponibilità di frutta fresca per tutto il periodo invernale-primaverile.

    A certificare le incredibili proprietà della mela rosa è stato, di recente, uno studio dell'Università di Camerino coordinato dal professor Filippo Maggi della Scuola di Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute, successivamente pubblicato sulla rivista International Journal of Food Sciences and Nutrition.

    "La mela rosa – ha spiegato il professor Maggi al Messaggero - si è rivelata un'ottima fonte di fruttosio, lo zucchero indicato per chi soffre di diabete, di potassio, un elemento essenziale per la buona salute dell'apparato cardiovascolare, di boro, un elemento importante per la costituzione del tessuto osseo e il mantenimento delle funzioni cerebrali, di polifenoli e di terpenoidi. A queste sostanze sono attribuite importanti attività farmacologiche quali quella antiossidante, antitumorale, antidiabetica, antiinfiammatoria e neuroprotettiva. Infine l'aroma del frutto è dato principalmente dalla produzione di esteri e di un terpene a livello della buccia".

    Uno studio, quello citato, fondamentale per la comunità locale che ambisce ad ottenere per la mela rosa il riconoscimento di prodotto Dop che me tuteli l'origine e la produzione nel territorio di riferimento.

    Saperi e Sapori della mela Rosa

    Il giorno di San Martino Vescovo, 11 novembre (o nella domenica più vicina), a Monte San Martino (Macerata) si effettua una manifestazione intitolata “Saperi e Sapori della mela Rosa” con importanti convegni tecnici e divulgativi su questa mela, oltre a degustazioni di dolci e piatti, tutti a base di mela rosa.

     

    Leggi anche

    copertina

    Varietà ortofrutticole in via di estinzione: arrivano i sigilli

    L'iniziativa di Coldiretti per salvare la biodiversità contadina: secondo gli ultimi dati perse 3 eccellenze su 4


    copertina

    Frutto del drago: il superfruit della notte senza filtri

    Perché è chiamato il frutto della notte? Come si mangia? E quali sono le sue proprietà? Scopri tutto sulla Pitaya, il più colorato dei frutti esotici


    copertina

    Alla scoperta del Kiwi di Latina IGP

    Polpa soda e verde smeraldo, sapore dolce ma non troppo, bollino inconfondibile e forma perfetta: come riconoscere la varietà pontina del più amato dei frutti autunnali


    copertina

    Dolce, antiossidante, buono: tutti pazzi per il datterino giallo

    Quanto costa, dove viene coltivato, come cucinarlo e, soprattutto, come riconoscerlo: scopri tutto sul pomodoro color oro



    copertina

    Corbezzolo: alla scoperta del frutto simbolo dell'Italia

    Fiori bianchi, bacche rosse e foglie verdi: oltre ad essere un autentico patriota è anche versatile, squisito e ricchissimo di vitamine


    copertina

    Macfrut 2019: tutti i numeri della 36esima edizione dall'8 al 10 maggio

    Torna la fiera ortofrutticola più importante d'Italia: in arrivo a Rimini 1.100 espositori, 1.500 buyer e 60 eventi


    Arriva il pomodoro bronzeo: buccia scura e tanti benefici

    È nato soltanto da qualche mese ma già promette di rivoluzionare il mondo dell'ortofrutta


    Varietà di fragole: conoscerle per amarle

    Berlubi, Sensa Sengana, Favette e Annabella: scopri tutte le versioni e le peculiarità del frutto più amato di tutti i tempi


    Pomodoro intense: il più amato dagli chef

    Non sgocciola, dura a lungo, può essere grigliato e tagliato a cubetti: alla scoperta di una delle più intriganti innovazioni ortofrutticole


    copertina

    ''A tutto sapore'': Todis lancia il nuovo packaging plastic free

    Confezioni ecologiche e prodotti ortofrutticoli 100% italiani: la catena di supermercati dall'insegna gialla da oggi è più amica dell'ambiente


    copertina

    Prugne della California: cresce il consumo del frutto viola dalle mille proprietà

    Secondo lo studio online condotto dal consorzio che riunisce 800 produttori e 23 confezionatori il trend del 2019 in Italia è stato super positivo


    copertina

    Macedonie: le proposte di McGarlet per l'estate 2019

    Comode, packaging ecosostenibile e shelf life di almeno 6 giorni