Fico bianco del Cilento DOP: ad Agropoli l'azienda bio che esporta la tradizione

Condividi su Facebook


Prodotti
Pubblicato il 27-06-2019 da Redazione
fico bianco del cilento dop biologico
Buccia chiara, polpa pastosa, sapore dolcissimo, pezzatura piccola, semi impercettibili: il fico bianco del Cilento DOP è un'autentica esperienza sensoriale.

Tabella dei contenuti


    Nutriente, dolcissimo, semi quasi invisibili: il fico bianco del Cilento è un prodotto straordinario ma quello dell'azienda agricola “Il Fico” - DOP, biologico e lavorato secondo le antiche tradizioni locali - è una di quelle eccellenze che fanno riecheggiare la fama delle specialità campane da una parte all'altra del mondo.

    Sulle colline fertili e incontaminate di Agropoli, in provincia di Salerno, Guido Ruocco e i suoi collaboratori raccolgono a mano i frutti di oltre 8mila piante coltivate con il metodo bio.

    I fichi, appartenenti ad una speciale varietà denominata Dottato, vengono poi essiccati in maniera naturale sotto il sole della Campania per tre giorni su particolari graticci artigianali.

    Tecniche e segreti che si tramandano di generazione in generazione e che sono valsi al prodotto il prestigioso marchio DOP – Biologico rilasciato, a seguito di accuratissimi controlli, da Agroqualità Spa, il massimo organismo di controllo del settore.

    Il risultato è un'eccellenza unica al mondo in termini di sapore, consistenza e proprietà.

    Fico Bianco del Cilento DOP: sapore e proprietà

    Il Fico bianco del Cilento è un prodotto speciale, di quelli che non si scordano facilmente.

    Il frutto appare, a perfetta maturazione, color giallo-verde chiaro, di pezzatura più piccola rispetto a tutte le altre varietà; la polpa, invece, è ambrata, pastosa, dolcissima e costellata di semi quasi impercettibili.

    L'assenza di solo una di queste caratteristiche potrebbe essere il campanello d'allarme per individuare un prodotto non DOP del Cilento ma d'importazione, coltivato per esempio in Turchia o in Grecia.

    La particolare potatura delle piante operata dagli esperti dall'azienda agricola “Il Fico” consente un tipo di raccolta manuale che garantisce la perfetta conservazione di ogni singolo frutto.

    Quanto alle proprietà, il fico bianco del Cilento è super nutriente, quasi un superfruit ma, allo stesso tempo, anche facilmente digeribile. 

    Proprio per questo motivo può essere inserito anche nelle diete di bambini e anziani.

    Un'azienda “a porte aperte”

    visite guidate azienda agricola il fico
    Non solo coltivazioni ma anche visite guidate per scoprire una delle poche aziende agricole che lavorano con metodo biologico secondo le antiche tradizioni locali.

    A dispetto di ogni preconcetto o scetticismo circa l'autenticità della certificazione DOP e della biologicità dei prodotti, l'azienda agricola “Il Fico” è una di quelle realtà, come si suol dire, a porte aperte.

    Tracciabilità dei prodotti e trasparenza della filiera sono due concetti che stanno particolarmente a cuore ai titolari la cui filosofia è quella di un prodotto coltivato, lavorato e confezionato con le stesse tecniche e accortezze che sarebbero adottate se fosse per il consumo domestico-familiare.

    La presenza in azienda dei titolari consente inoltre un rapporto diretto e amichevole in un'ottica di sinergia tra natura e persone.

    È cosi che l'azienda, ubicata in via Vicinale Giardino, ad Agropoli, nel cuore del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, è divenuta negli anni una vera e propria meta turistica da parte di un tipo di visitatore attento ai percorsi naturalistici ed enograstronomici.

    Il ciclo produttivo de "Il Fico", tuttavia, rispetta la stagionalità del prodotto (leggi al proposito i benefici di una dieta a base di frutta di stagione) motivo per cui il prodotto fresco non è sempre disponibile.

    Un successo di portata internazionale

    fichi bianchi essiccati al sole
    Una volta cotti, i fichi bianchi assumono un caratteristico e invitante color marroncino.

    La fama del fico bianco del Cilento ha travalicato, già da tempo, i confini della Campania.

    Questo prodotto è infatti annoverato, assieme ad altre eccellenze italiane, tra i simboli del Made in Italy e della Dieta Mediterranea.

    Il fico bianco del Cilento è anche tra le venti aziende selezionate dal progetto Grandi Chef – i luoghi, i nomi ed i sapori della cucina italiana”.

    Lo scopo del format è quello di raccontare i migliori prodotti italiani tramite le preparazioni dei più famosi chef stellati ma anche di giornalisti, scrittori e critici determinati a divulgare le tradizioni culinarie italiane.

    Le certificazioni dell'azienda agricola "Il Fico"

    • DOP
    • Associati all'Accademia delle 5 T (Territorio - Tradizione - Tipicità -Tracciabilità - Trasparenza), un movimento culturale che raccoglie aziende che sostengono e somministrano prodotti legati al territorio
    • Azienda iscritta al Registro delle Eccellenze Italiane: promuovere e tutelare le eccellenze italiane
    • UNI ISO 9001: certificazione per la gestione di qualità

    Ricette con il fico bianco del Cilento

    • Il fico maritato (farcito con scorze di limone e mandorle e cotto in forno al 180°)
    • Il fico munnato cottura a vapore con la melassa (I famosi vaporetti)
    • Biscotti al fico
    • Panettoni, colombe e dolci tipici al fico bianco
    • Distillato al fico bianco
    • Confettura di fico
    • Melassa per gelati, creme e lavorati di pasticceria.

    La sagra del fico bianco del Cilento

    Tale è la fama del fico bianco del Cilento che ha anche una sua festa, ormai giunta alla sua quarta edizione, che si tiene ogni anno alla fine di agosto.

    L'edizione 2019 è in programma dal 25 al 28 agosto a Giungano.

    Leggi anche

    copertina

    Alla scoperta del Kiwi di Latina IGP

    Polpa soda e verde smeraldo, sapore dolce ma non troppo, bollino inconfondibile e forma perfetta: come riconoscere la varietà pontina del più amato dei frutti autunnali


    copertina

    Mela Rosa: la Regina dei Monti Sibillini è un concentrato di salute

    È piccola, poco brillante e ha un minuscolo peduncolo ma è ricca di fitonutrienti e di antiossidanti, è squisita ed ha un profumo inconfondibile


    copertina

    Peperone di Senise Igp: il re della Basilicata è un'esplosione di dolcezza

    Piccolo, ornamentale e deliziosamente dolce: tutto sul prodotto simbolo della lucania


    copertina

    Candonga: la fragola dolcissima maturata al sole della Basilicata

    Color rosso rubino (dentro e fuori), grado Brix straordinario rispetto alle sue sorelle, forma conica perfetta e dolcezza infinita: la varietà Sabrosa del Metapontino è a dir poco sorprendente


    copertina

    Cocomero pontino: alla scoperta del frutto simbolo dell'estate

    Croccante, extra dolce, uniformemente matura e superi ricca di proprietà benefiche: il cocomero prodotto nel triangolo d'oro verso il riconoscimento Igp


    copertina

    Fragola Rossetta: l'irresistibile rossa pronta a conquistare i mercati

    Straordinariamente bella, dolce come nessuna delle sue sorelle, perfetta e uniformemente matura anche d'inverno: l'ultimogenita della Nova Siri Genetics è un capolavoro


    copertina

    Mela Annurca: piccola, rossa e squisita

    Gustosa, croccante, salutare e dalle incredibili proprietà benefiche: scopri perché questa straordinaria cultivar tra tutte le sue sorelle è considerata "la regina"


    Arriva il pomodoro bronzeo: buccia scura e tanti benefici

    È nato soltanto da qualche mese ma già promette di rivoluzionare il mondo dell'ortofrutta


    Varietà di fragole: conoscerle per amarle

    Berlubi, Sensa Sengana, Favette e Annabella: scopri tutte le versioni e le peculiarità del frutto più amato di tutti i tempi


    Pomodoro intense: il più amato dagli chef

    Non sgocciola, dura a lungo, può essere grigliato e tagliato a cubetti: alla scoperta di una delle più intriganti innovazioni ortofrutticole


    copertina

    ''A tutto sapore'': Todis lancia il nuovo packaging plastic free

    Confezioni ecologiche e prodotti ortofrutticoli 100% italiani: la catena di supermercati dall'insegna gialla da oggi è più amica dell'ambiente


    copertina

    Alchechengi: pianta meravigliosa, bacche squisite

    Ornamentali, curiosi e super salutari: questi frutti, di recente tornati di moda tra chef e ristoranti gourmet, sono sorprendenti


    copertina

    ''Premio Filippo Re - Economia, Società, Ambiente e Territorio'': iscrizioni fino al 31 dicembre 2019

    In palio 2.500 euro per la migliore pubblicazione scientifica dedicata all’impatto del settore agricolo sull'economia nazionale