Le melanzane della “Cipolla Vincenza” tra le eccellenze di Campagna Amica

Condividi su Facebook


Prodotti
Pubblicato il 04-07-2019 da Redazione
melanzane cipolla vincenza
Tutto il gusto della genuinità e le proprietà nutritive di un prodotto coltivato secondo il naturale alternarsi delle stagioni.

Tabella dei contenuti


    Nell'era della ricerca del diverso e dello straordinario, c'è ancora chi riesce a conquistare con la semplicità: è il caso della “Cipolla Vincenza” di Trapani.

    L'azienda, da 40 anni nel settore agricolo, segue da sempre il naturale alternarsi delle stagioni con ampie produzioni a campo aperto.

    A completare il quadro il clima siciliano, mite per almeno otto mesi all'anno, i terreni fertili della punta estrema occidentale dell'isola e le influenze marittimo-costiere.

    È in questo contesto che nascono e crescono alcune tra le migliori varietà di melanzane della regione, nota in tutto il mondo per la produzione dell'ortaggio viola, ingrediente principe di una miriade di ricette tipiche.

    Genuinità e stagionalità: ecco perché le melanzane della “Cipolla Vincenza” sono speciali

    azienda agricola cipolla vincenza campo di melanzane
    I campi di melanzane dell'azienda in una zona d'oro per l'agricoltura: la punta occidentale dell'isola siciliana

    L'azienda produce moltissimi ortaggi e verdure diversi come, peperoni, pomodori, aglio, insalate, ma è con le melanzane che conquista l'eccellenza.

    Non è un caso se è tra le aziende partner di Campagna Amica, la fondazione di Coldiretti che promuove l'acquisto di ortofrutta e non solo direttamente presso le aziende agricole e le fattorie, favorendo i prodotti bio, a km0 e che, in controcorrente rispetto alle logiche della grande distribuzione organizzata, promuovono il concetto di stagionalità. (Ti consigliamo al proposito la lettura della nostra guida sulla frutta di stagione).

    distese di campi coltivati trapani
    L'estate a Trapani è un trionfo di colori tra enormi distese coltivate nel pieno della stagione produttiva

    È ora che l'estate è entrata nel vivo, le melanzane entrano in scena con enormi campi che finalmente si tingono di viola.

    È così, in questo periodo, anche nei poderi della “Cipolla Vincenza” che, da luglio a settembre, dedica gran parte delle proprie energie alla produzione di melanzane secondo i ritmi, le tecniche di una volta.

    Melanzane di stagione: tanto gusto e proprietà doppie

    Tanti le mangiano perché sono semplicemente straordinarie ma pochi conoscono i vantaggi derivanti dall'inserimento delle melanzane nel proprio regime alimentare.

    Sono depurative, consigliate in caso di stipsi (fibre), diuretiche (90% di acqua), alleate del fegato e ricche di vitamine (A, B e C) ma, nel prepararle, bisogna prestare attenzione.

    Questo ortaggio, di per sé, contiene pochissime calorie (18 kcal ogni 100 grammi) ma, in effetti, per via della sua consistenza spugnosa è in grado di assorbire sugo, olio e condimento come nessun altro.

    La parte con maggiori sostanze nutritive è la buccia anche se non a tutti piace.

    Tutte queste proprietà, naturalmente, sono doppie quando si ha la fortuna di mangiare un prodotto di stagione, giunto alla perfetta maturazione sulla pianta e coltivato in maniera biologica.

    L'unica controindicazione delle melanzane è la presenza al loro interno della solanina, una sostanza considerata tossica che però svanisce con la cottura.

    In pochi lo sanno il sapore e consistenza dell'ortaggio crudo è talmente sgradevole che nessuno sembra mai essersi posto il problema.

    Leggi anche

    copertina

    ''A tutto sapore'': Todis lancia il nuovo packaging plastic free

    Confezioni ecologiche e prodotti ortofrutticoli 100% italiani: la catena di supermercati dall'insegna gialla da oggi è più amica dell'ambiente


    copertina

    Alla scoperta della Aop Luce: qualità, certificazione e stagionalità

    Melannurca, fragola favetta, sedano bianco e kaky vaniglia: tutto sul consorzio che produce e commercializza alcune delle specialità ortofrutticole che hanno reso il Bel Paese famoso in tutto il mondo


    copertina

    Qual è il miglior olio italiano? I nomi regione per regione

    Secondo la guida "Flos Olei 2019" la medaglia d'oro è da dividere in sette


    copertina

    La “Nardoni Gabriella” conquista tutti al Villaggio Coldiretti

    Sapori contadini come le erbette di montagna, la borragine, le ortiche, il finocchietto selvatico “catturano” i visitatori alla riscoperta degli antichi sapori perduti simbolo di genuinità e di Made in Italy


    copertina

    Asparagi Baraldo: gusto, qualità e dimensioni a misura di ricetta

    Che siano punte verdi o mazzetti di germogli bianchi grossi e lunghi, i prodotti dell'azienda padovana sono sostenibili: oltre ad essere una delizia per il palato, rispettano il territorio e le persone


    copertina

    Peperone di Senise Igp: il re della Basilicata è un'esplosione di dolcezza

    Piccolo, ornamentale e deliziosamente dolce: tutto sul prodotto simbolo della lucania


    Arriva il pomodoro bronzeo: buccia scura e tanti benefici

    È nato soltanto da qualche mese ma già promette di rivoluzionare il mondo dell'ortofrutta


    Varietà di fragole: conoscerle per amarle

    Berlubi, Sensa Sengana, Favette e Annabella: scopri tutte le versioni e le peculiarità del frutto più amato di tutti i tempi


    Pomodoro intense: il più amato dagli chef

    Non sgocciola, dura a lungo, può essere grigliato e tagliato a cubetti: alla scoperta di una delle più intriganti innovazioni ortofrutticole


    copertina

    Coldiretti lancia il Mango Day: un giorno dedicato al primo raccolto 100% Made in Italy

    Il prodotto, secondo gli esperti, è 7 volte più sicuro di quello importato da Paesi con minori garanzie


    copertina

    Anguria Gialla: il cocomero cambia colore e si riempie di vitamine

    A tu per tu con la “Mangani&Riccardi”: il frutto più “in” dell'estate è dolce e ricco di carotenoidi