ortobox.net

È il pomodoro midi-plum il più richiesto del momento



29 Aprile 2020 di Redazione
pomodoro midi plum
Indice dei contenuti

    È il pomodoro midi-plum il grande protagonista del mercato.

    Rosso brillante, dal sapore dolce acidulo, caratterizzato da una forma allungata che lo rende molto simile al piennolo vesuviavo, ma più grande, e indicato per moltissime ricette: il segreto del successo di questo ibrido è senz'altro la versatilità.

    C'è chi lo mangia in insalata, chi lo utilizza per bruschette e sughetti freschi e chi lo sceglie per impreziosire con note dolci acidule secondi freschi o cotti al forno: il pomodoro midi plum è sicuramente molto popolare tra gli chef ma anche tra casalinghe e neofiti della cucina.

    Un solo pomodoro, mille impieghi ed ecco che diventa tra i più richiesti del mercato.

    Pomodoro midi-plum e ISI 82491

    Secondo gli esperti uno degli ibridi migliori in termini di produttività è l'ISI 82491.

    Ogni grappolo può produrre fino a 12-13 frutti, il rachide spesso garantisce una shelf life prolungata, è molto resistente e grazie al lavoro in serra può essere prodotto in tutte le stagioni dell'anno.

    Ecco che la coltivazione di questa varietà, richiestissima dal mercato, diventa sempre più interessante anche tra gli operatori agricoli specializzati in pomodori.

    Esistono diverse varietà di pomodoro midi-plum, quella citata, la ISI 82491 è stata introdotta da ISI Sementi dando subito interessanti risultati.

    Da un punto di vista agronomico questa pianta si presenta infatti sana, produttiva, con internodi corti e regolari.

    Reagisce bene anche in condizioni di alte temperature e sopporta gli squilibri termici che talvolta accompagnano tutto il periodo che va dall'inizio della primavera alla fine dell'estate.

    Altro valore aggiunto, infine, sono le dimensioni del frutto che pesa circa 35 gr, è rosso intenso e ben pieno: una forma apprezzatissima sul mercato.

    Ad attirare la clientela è la bellezza stessa di ogni pomello rosso, sodo e dalle tonalità accese.

    Il tutto con un alto grado brix che rende il frutto godibile al primo assaggio.

    Ultimo aspetto, e non certo in ordine di importanza, è la non comune shelf life che agevola le operazioni di confezionamento, trasporto e permamenza sul mercato.